TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

Louis Vuitton rifà il look alle edicole storiche di Venezia

Mente in molte città le edicole stanno lentamente scomparendo, per lasciare il posto a notizie fast e digitali, a Venezia risplendono di colori e charme. La riqualifica di alcune delle storiche edicole del centro è a firma della prestigiosa maison di moda Louis Vuitton. In occasione dell’inaugurazione della Biennale d’Arte 2022 nella città lagunare, infatti, il brand le ha noleggiate e trasformate in punti vendita delle sue ricercate e colorate guide turistiche. Per una settimana, otto chioschi storici hanno abbandonato souvenir e riviste di gossip per vestirsi di lusso e parlare di viaggi.

Per l’occasione, le edicole veneziane a cura di Louis Vuitton hanno esposto:
Travel Books, con informazioni e illustrazioni,
Fashion Eyes, in cui le città scelte fanno da sfondo a scatti di moda di celebri fotografi;
City Guides, guide con indirizzi e curiosità sui luoghi da non perdere.

In questo modo, anche Venezia è entrata a far parte del progetto “librairie éphémèrea firma di Louis Vuitton. Prima ancora, la maison aveva deciso di restaurare anche altri caratteristici angoli glamour nel mondo. Ecco ora Parigi, con i suoi celebri Bouquinistes della Rive Gauche di Saint Germain, in occasione del Festival Photo. E poi ancora il West Bund a Shanghai, in occasione di Art Fair.

Confermato, dunque, lo stretto legame tra bellezza, moda e cultura, da sempre molto caro al brand francese. Grazie all’esposizione delle variopinte collane pubblicate dalla casa editrice di Louis Vuitton, le edicole tornano alla loro originaria funzione di luoghi di aggregazione e di cultura.

Alla stessa Venezia, la casa di moda ha dedicato un volume di ciascuna delle sue collane:
– Un Travel Book illustrato dal maestro giapponese Jirô Taniguchi;
– Una City Guide con gli indirizzi, ritratti e personalità selezionati da Pierre Léonforte, Servane Giol, François Simon e Isabelle Valembras-Dahirel;
– Un Fashion Eye che ripercorre gli itinerari di Cecil Beaton negli anni ’50, tra balli in maschera, nuotate, eventi mondani e feste tradizionali.. 

Dopo Venezia, il progetto coinvolgerà anche altre città italiane nel corso del 2022.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

I risultati del GP di Montréal

A Montréal una deludente Ferrari ritira sia la macchina di Charles Leclerc che di Carlos Sainz Jr. Un appassionante GP di Montréal ha visto vincere

Sipario

Ed infine dunque ci nobilitammo, eWiva!! Mister Conte al Napoli è il modo migliore per mandare al macero quest’annus horribilis (accompagnandolo prudentemente con lo scaramantico