TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

Nuvole azzurre.

Le nubi all’orizzonte si possono vedere anche nelle giornate splendide, come quelle che certificano l’estate napoletana.

Ecco come i tifosi del Napoli stanno vivendo la “season after” postuma al sogno realizzato: una giornata di sole da scudettati con all’orizzonte nuvole minacciose.

L’incubo arabo piomba con le fauci azzannose sul quarto capocannoniere della storia azzurra Osimhen, prospettandogli mari e monti di sabbia d’oro, la squadra nelle amichevoli finora disputate non ha certo brillato di luce accecante, inanellando prestazioni appena appena decenti e l’infermeria che si riempie un giorno si è l’altro pure sono solo alcuni dei retro pensieri dei pessimisti di ruolo.

Poi ci aggiungi che il miglior difensore della SerieA 2022/23, Kim, è stato rimpiazzato da un illustre sconosciuto (che non dovrebbe essere un insulto) brasiliano di nome Nathan e che alcuni protagonisti dell’anno passato come Zielinski, Mario Rui e Lozano potrebbero, in mancanza di rinnovi, decidere di cambiare aria, allora lo scetticismo della piazza è nutrito e rimpinzato da argomenti non banali.

Si dimentica però cosa è successo nell’anno del trionfo che si è chiuso solo una settantina di giorni fa, le accuse diventate elogi sperticati, la grande bellezza imposta ad avversari estasiati. Ci si dimentica che i conti si fanno alla fine, ed è utile ricordare che di sentenziale non c’è nulla. Aspettiamo l’inizio del campionato e la successiva fine del mercato. ADL si è guadagnato il diritto di lavorare e perché no, anche di sbagliare qualcosa, senza che possa essere messo alla gogna. In fondo preoccuparsi, in questo caso è proprio come diceva Mark Twain: pagare interessi su un debito che non si sa di avere; e il Napoli sa di non avere debiti: con nessuno.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

Italiane stellari in Europa League

Voi suonerete le vostre trombe noi suoneremo le nostre campane. Questo il motto di piercapponi che riecheggia nella testa degli italiani. Quarti di finale ad

Le voci di dentro

I sogni son desideri Il partitone del turno di andata di Champions dell’altra sera tra il Real Madrid ed il City, ha solleticato desideri immaginifici

Controluce

“Abbiamo dimostrato di non meritare la classifica che abbiamo. Avanti così per le prossime sette sfide verso l’Europa!”. Così recita il tweet postato dalla SSCN