TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

Autorizzata la estrazione di Filippo in Italia

Spunta un audio di Giulia Cechettin in cui al telefono si sfogava con le amiche delle insistenze e della morbosità di Filippo temendo che potesse farsi del male. “che sparisse vorrei non avere più contatti con lui ma non so come farlo ho troppa paura che possa farsi male”

Queste le parole della ragazza che confidava alle amiche le sue paure.

Nel frattempo Filippo Torretta attualmente in carcere in Germania dovrebbe essere estradato e domani è previsto l’arrivo in Italia.

La germania dove il giovane è stato fermato ha dato il nulla osta e dopo le procedure di rito, l’omicida dovrebbe arrivare in aereo o in auto, scortato dalle forze dell’ordine, per poi essere messo a disposizione delle autorità italiane.

Agli inquirenti tedeschi avrebbe confessato il delitto spiegando di essere alla deriva nel momento in cui è stato bloccato. Poi le parole più dure , “ho ucciso la mia fidanzata e successivamente ho pensato più volte di andarmi a schiantare contro un muro, arrivando a puntare un coltello alla gola, ma mi è mancato il coraggio”.

Al momento dell’arresto Filippo aveva ferite alle mani e ai piedi, oltre vistose macchie di sangue. Addosso 300 EUR in contanti, una carta prepagata e il cellulare.

È stata già disposta una una perizia psichiatrica per fare chiarezza sull’accaduto, mente emergono nuovi particolari sul rapporto tra Giulia e Filippo.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati