TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

Napoli scatenato contro la vittima sacrificale Sassuolo, stravince al Mapei Stadium 6 – 1

Un Napoli arrabbiato arriva In Emilia e mortifica il Sassuolo complicando ancor più la già difficile situazione dei neroverdi.

Non basta alla compagine il cambio di guida tecnica, il neo allenatore ad interim Emiliano  Bigica non può che assistere al disfacimento totale della sua squadra 

Di contro Francesco Calzona, dopo la beffa subita la scorsa domenica a Cagliari, il cui ricordo bruciante è ancora vivo nella mente, cambia  le carte in tavola. In difesa rientra Leo Ostigard al posto di Juan Jesus, autore della sfortunata prestazione in occasione del pareggio cagliaritano della scorsa domenica; a centrocampo Traorè  prende il posto di Zielinski e Matteo Politano si rimpossessa della fascia destra, a sinistra Mario Rui vince il ballottaggio con olivera 

La partita incomincia sotto una pioggia battente con il Napoli che giochicchia fino al al diciassettesimo minuto. quando Racic dalla distanza scaglia una sassata che sorprende la difesa azzurra regalando il gol del momentaneo vantaggio per il Sassuolo.

Improvvisante sembra calare il buio sul Napoli che rievoca gli spettri delle precedenti prestazioni,  questa volta però non sarà così.Passano infatti 10 minuti appena e Amir Rrahmani servito in area da un elegante colpo di tacco Zambo Anguissa, realizza il gol del pareggio. Neanche il tempo di esultare e dopo  tre minuti Victor Osmhen con un’azione fotocopia, su assist Di Matteo Politano segna il gol del 2- 1 siamo al minuto 31 il nigeriano e in vena e al  minuto 41 raddoppia.  Ancora una volta l’azione parte  dal vertice destro ancora una volta assist di Politano e personale doppietta per il centravanti azzurro.

Il nigeriano è affamato e non vuole fermarsi e al minuto  47 sigla la terza rete.  Erroraccio in disimpegno di Tresoldi che serve  Kvartshhelia, che con ritrovato spirito di squadra  passa al compagno di reparto consentendogli di realizzare la tua personale tripletta nonché il gol del 4-1

Secondo tempo sul velluto per gli azzurri che aumentano il già cospicuo bottino con Kvartshhelia che si sblocca e al cinquantunesimo realizza il suo classico gol al giro, liberandosi splendidamente sul vertice sinistro dell’area di rigore avversaria con un destro di rara bellezza che si conficca alla sinistra in maniera imparabile. Il  georgiano raddoppia al 75esimo su un rimpallo in area non lasciando ancora una volta scampo ad uno sconsolato Consigli, segnando così il definitivo 6-1

Severa la punizione, forse troppo per il sassuolo, ma contro la ritrovata verve di Osimhen e compagni in questa condizione c’è davvero poco da fare.

Le statistiche riferiscono di 27 tiri totali in porta degli azzurri di cui 9 in porta, possesso di palla stratosferico del 72%, 717 passaggi degli azzurri contro i 269 del Sassuolo, con una precisione del 91%. Questa in sintesi la storia della gara che racconta di una squadra ritrovata con una vittoria roboante che dà tanta benzina e soprattutto rinnovata fiducia seppur contro la Cenerentola Sassuolo.

Vittoria di squadra dunque, con Il Napoli aggancia al momento  la Lazio in classifica a 40 punti, in attesa della gara di domenica sera contro la Juventus per una conferma del ritrovato spirito.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

Italiane stellari in Europa League

Voi suonerete le vostre trombe noi suoneremo le nostre campane. Questo il motto di piercapponi che riecheggia nella testa degli italiani. Quarti di finale ad

Le voci di dentro

I sogni son desideri Il partitone del turno di andata di Champions dell’altra sera tra il Real Madrid ed il City, ha solleticato desideri immaginifici

Controluce

“Abbiamo dimostrato di non meritare la classifica che abbiamo. Avanti così per le prossime sette sfide verso l’Europa!”. Così recita il tweet postato dalla SSCN