TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

Mariupol isolata dagli aiuti umanitari

Mariupol resta Sotto assedio. Arrivata a 25 giorni di blocco totale, senza nessun collegamento con il resto dell’Ucraina, non si riesce neanche a trasferire farmaci, acqua, cibo.

Nel teatro colpito da Mosca a poco più di una settimana fa, si teme ora di dover contare almeno 300 vittime.

Tra 150/200.000 mila cittadini, sono ancora intrappolati in questa città, del sud-est del paese, anche se negli ultimi giorni, circa 60 mila abitanti sono stati evacuati verso altri centri.

In loro aiuto il presidente francese Macron insieme a Grecia e Turchia annunciato un operazione Umanitaria per evacuare le persone che stanno cercando di andare via.

Un’operazione che si annuncia complesso è pericolosa. In città gli scantinati dei palazzi sono diventati Bunker Per trovare rifugio, mentre si cerca di sopravvivere in mezzo alla distruzione.

I residenti devono seppellire i loro vicini caduti e i familiari, in tombe improvvisate nei cortili dei loro condomini, ma nonostante le difficoltà stanno continuando ad offrirsi aiuta a vicenda.

Emblematica la storia di Elena. Era la proprietaria di un negozio di animali quando è scoppiata la guerra ed è riuscita a portare in salvo con sè un certo numero, che adesso speao di dare ai bambini, come lei bloccati in quella che un tempo era la città di 400.000 abitanti e dove ora stanno finendo le scorte di acqua e cibo.

Gli aiuti umanitari sono scarsi ed è difficile entrare uscire dalla città. Molte strade sono inaccessibili a causa di una combinazione di merci ed equipaggiamento militare bruciato.

La testimonianza di Olga, ex capo di una produzione farmaceutica a Mariupol, si è rifugiata dei bombardamenti con la figlia e la nipote di 14 anni,nel freddo seminterrato del loro condominio. Racconta che adesso è rimasta con poco della tua vita precedente, ” ho vissuto molto bene, avevo una Dacia, un appartamento con tre camere da letto un garage, ed ora non ho più nulla”

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

Italiane stellari in Europa League

Voi suonerete le vostre trombe noi suoneremo le nostre campane. Questo il motto di piercapponi che riecheggia nella testa degli italiani. Quarti di finale ad

Le voci di dentro

I sogni son desideri Il partitone del turno di andata di Champions dell’altra sera tra il Real Madrid ed il City, ha solleticato desideri immaginifici

Controluce

“Abbiamo dimostrato di non meritare la classifica che abbiamo. Avanti così per le prossime sette sfide verso l’Europa!”. Così recita il tweet postato dalla SSCN