TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

E’ cominciato il “nuovo” Napoli.

Il Napoli torna a vincere ma soprattutto a sorridere. Una vittoria per nulla scontata a Bergamo, sofferta a metà.

L’inizio di un nuovo ciclo che dà il via a una serie di partite complicate, Real, Inter e Juventus. Formazione ritrovata soprattutto nell’atteggiamento, capace di dominare al primo tempo e di soffrire nel secondo.

Una squadra unita, compatta e con un approccio alla gara quasi mai visto quest’anno. Inizio di partita perfetto per gli azzurri, difesa alta e manovra di gioco propositiva.  Kvaratskhelia e Anguissa in grande spolvero, Elmas torna a brillare da subentrante. Gollini dà sicurezza tra i pali e con la palla nei piedi.

Il secondo gol non può essere casuale, gli azzurri vanno a prendersi quella palla per regalarsi la gioia dei tre punti. C’è ancora da lavorare non vi è dubbio, ma l’approccio è quello giusto; dove non arriverà la qualità di gioco, ci si aspetta il carattere di una squadra pronta a soffrire e a sacrificarsi; marchio di fabbrica del proprio allenatore.

Dall’evidente emozione in conferenza di mister Mazzarri alla felicità per la vittoria ottenuta. Il bacio di Kvaratskhelia e l’abbraccio del capitano nei confronti del tecnico toscano nel post partita, sono sintomi di un rapporto migliorato tra il gruppo e la guida tecnica. Piccoli dettagli che fanno la differenza.

Anche Osimhen ha rinnovato il proprio look, è entrato in campo senza mascherina come per dare un input al nuovo campionato degli azzurri.

Nessuna si aspetta una squadra fotocopia dell’anno scorso, sarebbe un’utopia; ma avere la certezza di una maglia sudata e di aver messo in campo tutto sia da un punto di vista fisico che mentale.

Mazzarri dovrà fare a meno di Oliveira, per una lesione al collaterale del ginocchio; sospiro di sollievo che ha scongiurato un infortunio ben più grave. Consolidare il quarto posto e avvicinarsi alla vetta; due scontri diretti che possono dare nuova motivazione alla squadra e alla piazza. 

Intanto domani si va a Madrid con l’idea folle di anticipare la qualificazione agli ottavi.

Claudio Cava autore della pagina 081 azzurro

https://www.facebook.com/profile.php?id=61550581423135

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

Euro 2024 la Spagna vince la coppa

Finale Europei Germania 2024 Spagna e Inghilterra si contendono l’ambito trofeo che incoronerà gli iberici la squadra più forte d’Europa. La coreografia è quella delle

Napoli: Hermoso è stanco di aspettare

Lo spagnolo vorrebbe trasferirsi subito a Napoli Mario Hermoso, difensore ex Atletico Madrid, è intenzionato a vestire la maglia del Napoli che per ora, come riferito da Tuttosport,