TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

La Lazio perde ancora un treno

Sandro Ciotti in una famosa locuzione ebbe a dire “incredibile al Cibali”, questa sera invece uno dei maestri del giornalismo sportivo Italiano (peraltro di fede biancoceleste ), sarebbe rimasto senza parole, o forse no, dall’alto della sua maestria avrebbe certamente coniato qualche frase ad effetto.

In qualsiasi caso l’incredibile si è concretizzato all’Olimpico, dove la Lazio ha perso in casa 2 – 1  contro la terzultima Udinese.

La squadra di Sarri non riesce a dare continuità al suo percorso, molto simile il cammino dei biancocelesti a quello dei partenopei, un percorso che prosegue tra alti e bassi, sarebbe il caso di dire tra “discese ardite e le risalite”, come nella famosa Canzone di Battisti   “Io vorrei… Non Vorrei… Ma se vuoi” un po’ l’elogio dell’indecisione come nel caso della Lazio.

Purtroppo questo montagne russe non fanno bene ai tifosi bianco celesti, che ancora una volta vedono sfumare dalle mani qualche cosa che sembrava ormai in loro possesso 

Le prestazioni altalenanti della squadra di Lotito non soddisfano più neanche lo stesso presidente, al punto che anche lui non sa più a che Santo votarsi. Se da un lato la fiducia e la stima nei confronti dell’allenatore sembra reggere, la pazienza però della proprietà sembra essere giunta al limite 

In qualsiasi caso nulla da togliere all’Udinese, che ha giocato la sua gara, raccogliendo tre punti doro nella corsa alla salvezza, che vedeva i friulani, negletti, relegati in una posizione davvero tanto scomoda e che con questa boccata d’ossigeno puro, da terzultima è balzata alla tredicesima posizione.

Di contro la Lazio sulla quale anche lo stesso Napoli, reduce da un pareggio insoddisfacente in casa contro il Torino, è riuscito a guadagnare un punto, esce davvero male da una corsa però diversa, quella cioè  che dovrebbe aprire le porte del paradiso alla squadra che riuscirà a raggiungere quantomeno il quinto posto.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

Italiane stellari in Europa League

Voi suonerete le vostre trombe noi suoneremo le nostre campane. Questo il motto di piercapponi che riecheggia nella testa degli italiani. Quarti di finale ad

Le voci di dentro

I sogni son desideri Il partitone del turno di andata di Champions dell’altra sera tra il Real Madrid ed il City, ha solleticato desideri immaginifici

Controluce

“Abbiamo dimostrato di non meritare la classifica che abbiamo. Avanti così per le prossime sette sfide verso l’Europa!”. Così recita il tweet postato dalla SSCN