TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

MotoGP: doppietta italiana in Portogallo

Un pazzo Gran Premio del Portogallo è appena terminato e a salire sul podio sono state due Ducati e, in terza posizione, una KTM, guidate rispettivamente da Jorge Martin, che ha concluso primo quest’oggi, Enea Bastianini e, a chiudere il podio, Pedro Acosta, il quale sale per la prima volta sul podio alla sua seconda gara in MotoGP.

Il penultimo e l’ultimo giro della corsa hanno visto due incidenti incredibili che hanno coinvolto Francesco “Pecco” Bagnaia, Marc Marquez e Maverick Viñales; i primi due, che erano in lotta per la quinta posizione, sono caduti toccandosi in quello che è stato considerato un incidente di gara, mentre Maverick, che stava concludendo in terza posizione, ha avuto un problema con il motore ed è caduto mentre cercava di tornare ai box.

Presente al circuito di Algarve anche José Mourinho che, ai microfoni di SkySportMotogp, ha aperto a un possibile ritorno nel mondo del calcio la prossima stagione.

Questa la classifica finale della gara:

PosPilotaPunti
1SpagnaJ. Martín (Ducati)25
2ItaliaE. Bastianini (Ducati)20
3SpagnaP. Acosta (KTM)16
4SudafricaB.Binder (KTM)13
5AustraliaJ. Miller (KTM)11
6ItaliaM. Bezzecchi (Ducati)10
7FranciaF. Quartararo (Yamaha) 9
8SpagnaA. Espargaro (Aprilia)8
9PortogalloM. Oliveira (Aprilia)7
10ItaliaF. Di Giannantonio (Ducati)6

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

Italiane stellari in Europa League

Voi suonerete le vostre trombe noi suoneremo le nostre campane. Questo il motto di piercapponi che riecheggia nella testa degli italiani. Quarti di finale ad

Le voci di dentro

I sogni son desideri Il partitone del turno di andata di Champions dell’altra sera tra il Real Madrid ed il City, ha solleticato desideri immaginifici

Controluce

“Abbiamo dimostrato di non meritare la classifica che abbiamo. Avanti così per le prossime sette sfide verso l’Europa!”. Così recita il tweet postato dalla SSCN