TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

Cosi fan tutti (o quasi)

Si diffonde sempre di più la moda di rifare le labbra tra giovani, meno giovani e addirittura anche uomini, che ricorrono sempre più spesso al cosiddetto “ritocco” per modificare la forma delle labbra per renderle più grandi, più turgide e più pronunciate.

Il fenomeno divenuto di larghissima diffusione, vede coinvolte soprattutto le teenager. Sempre più spesso infatti, come regalo per il compleanno, le ragazze chiedono ai propri genitori di ottenere l’autorizzazione (e anche i soldi) per un trattamento alle labbra e l’intervento è salito così in cima alla lista dei desideri che i giovanissimi, soprattutto le ragazze, desidererebbero avere in regalo.

I media per conto loro, caricano ancor più le aspettative del pubblico dei comuni mortali, con stereotipi inarrivabili di profili di labbra, che sembrano promettere chissà cosa.  

Non tutti però ottengono i risultati sperati. Molti i personaggi dello spettacolo, alcuni famosi, che si sono sottoposti al trattamento nella speranza di migliorare il proprio aspetto estetico, ma il cui ricorso non ha sortito però gli effetti desiderati, sfigurandoli addirittura in alcuni casi, al punto da non consentirgli di potere apparire in video e rinunciare addirittura al lavoro  per aspettare che il tempo attenuasse gli effetti sgraditi dell’intervento.

Senza voler sconfinare assolutamente in ambito medico ci limiteremo a riportare i più diffusi trattamenti in uso

Diversi i metodi di intervento tra i più noti il filler, che fanno riferimento a iniezioni di acido ialuronico, che loro volta si suddividono in  filler permanenti, costituiti da una componente di origine sintetica non riassorbibile. Filler semi-permanenti il cui risultato permane dai 12 ai 36 mesi, filler riassorbibili, trattamenti questi meno invasivi, che come si evince dalla stessa parola, si riassorbono nel tempo.

In alternativa il ricorso alla chirurgia estetica con il  cosiddetto trattamento lipofilling, il permalip e il lifting delle labbra,  Interventi questi tutti che richiedono indispensabilmente il ricorso ad un professionista e quindi ad un chirurgo estetico abilitato.

Ce n’è per tutti i gusti quindi e soprattutto per tutte le tasche, ma i casi di insoddisfazione e pentimento, sono numerosi. Labbra cosiddette “a Canotto” le cui dimensioni sproporzionate non rispettano in modo armonico le dimensioni del viso. La perdita di sensibilità e in alcuni casi la difficolta anche a pronunciare le parole, rappresentano alcuni casi segnalati, che sono da tenere in considerazione.

Quali quindi i motivi che spingono le persone a rischiare, pur sapendo che il risultato definitivo potrebbe non corrispondere alle promesse?

In primis molte persone ritengono che attraverso Il rifacimento delle labbra, si migliori in senso generale l’aspetto fisico e quindi la propria autostima per affrontare meglio la vita. Spesso nei percorsi che prevedono la obbligatorietà di un colloquio con il medico, prima di procedere a questi interventi, gli intervistati mettono al primo posto delle motivazioni proprio il concetto di autostima o meglio di bassa autostima, che ritengono di poter colmare attraverso il riempimento delle labbra (e dell’animo), rendendole o almeno facendolo credere, più belle e presentabili al pubblico, lì dove oggi l’immagine sembra contare più di qualsiasi altra dote o virtù.

Per quanto concerne gli uomini, preferiscono davvero le donne con le labbra rifatte? Non esistono risposte certe e univoche, di sicuro il buon senso rappresenta una regola aurea. Una bocca dalla forma sensuale e sicuramente l’obiettivo di tutte le donne, ma purtroppo la ricerca smodata della perfezione, in uno al ricorso a figure dubbia professionalità, posso produrre più danni che effetti positivi e qualora si optasse per un trattamento come questo, il consiglio è sempre quello di affidarsi solo ed esclusivamente a medici e professionisti specializzati del settore.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

Italiane stellari in Europa League

Voi suonerete le vostre trombe noi suoneremo le nostre campane. Questo il motto di piercapponi che riecheggia nella testa degli italiani. Quarti di finale ad

Le voci di dentro

I sogni son desideri Il partitone del turno di andata di Champions dell’altra sera tra il Real Madrid ed il City, ha solleticato desideri immaginifici

Controluce

“Abbiamo dimostrato di non meritare la classifica che abbiamo. Avanti così per le prossime sette sfide verso l’Europa!”. Così recita il tweet postato dalla SSCN