TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

LA FILOSOFIA RACCONTATA AI RAGAZZI

IL GIUSTO MEZZO DI ARISTOTELE

Vedete, cari ragazzi, il nostro amico Aristotele ci vedeva come esseri speciali: esseri umani.

Solo gli uomini hanno la capacità di pensare e di distinguersi da tutti gli altri esseri viventi. Solo gli uomini possono pensare a cosa sono, dove vogliono andare e cosa vogliono essere.

Secondo Aristotele la nostra missione è quella di agire secondo virtù e fare, pertanto, sempre la cosa giusta.

Diventare virtuosi comporta, però, un doppio sforzo: non solo bisogna fare la scelta giusta, ma bisogna fare la scelta giusta per i giusti motivi.

Immaginate, cari ragazzi, di avere un giorno libero e di trovarvi a dover decidere come impiegare il tempo.

Potreste passare tutto il giorno in giro e con amici, oppure potreste non farlo affatto, oppure potreste decidere di fare per un po’ quello che vi pare e di aiutare anche un pochino mamma e papà.

Qual è la decisione che, secondo Aristotele, vi rende virtuosi?

Per l’antico filosofo bisogna sempre tendere al giusto mezzo.

Il giusto mezzo si colloca a metà fra due decisioni estreme.

Quindi non andrebbe bene né passare tutto il giorno libero a zonzo e neppure trascorrerlo interamente aiutando mamma e papà  rinunciando a tutte le cose che vi piacciono. Bisogna fare una giusta sintesi e raggiungere l’equilibrio fra le due opzioni così estreme.

E’ questa la decisione che vi rende virtuosi?

Ni. Questo è il giusto mezzo. E’ la decisione equilibrata da prendere, ma per essere davvero virtuosa è necessario anche che sia sostenuta dalle giuste motivazioni. Dovete essere sinceramente convinti di trascorrere in questo modo la vostra giornata libera e non avere rimpianti o dispiaceri. Insomma, non dovete farlo solo perché è giusto per mamma e papà ma perché è giusto e basta.

Difficile vero?

Molto.

Per diventare davvero virtuosi ci vuole molto tempo e tanto impegno.

Bisogna allenarsi ed imparare a prendere la giusta decisione. Ci sono, però, degli stratagemmi. Uno può essere quello di chiedere sempre consiglio ad una persona più saggia ed entrare in confidenza con le virtù. Ci sono due tipi di virtù.

Le virtù morali che si acquisiscono con l’esperienza,l’età e l’allenamento e le virtù intellettive inerenti alle arti tecniche e pratiche e possono essere trasmesse da genitori e maestri.

Adesso tocca a voi cari ragazzi..

Alla prossima decisione difficile pensate a cosa farebbe Aristotele. A cosa sarebbe davvero giusto e virtuoso e se da soli non ci riuscite provate a chiedere ad un nonno, ad uno zio, lui sì che potrebbe aiutarvi.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati