TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

PNRR cambiano in parte le destinazioni

Il PNRR in campo con un importo totale dei fondi europei di 191,5 miliardi resta invariato, cambiano però  le destinazioni. 

Quasi 16 miliardi di progetti che non sono realizzabili nei tempi e nei modi previsti dal piano, spiega il ministro Fitto, saranno ridistribuiti per essere spostati sul fronte energetico.

 13 miliardi destinati agli ambienti locali e 1,3 per la riduzione del dissesto idrogeologico, ma anche grandi opere come la ferrovia Roma – Pescara, progetti assicura il ministro, che non saranno cancellati ma rifinanziati con altre risorse come i fondi europei di coesione che hanno scadenza oltre 2026.

Al loro posto 19 miliardi d’Europa nel finanziamento, 2,7 aggiuntivi per il progetto Repower  saranno destinati a velocizzare la transizione dell’Indipendenza energetica del paese con interventi sulle reti per 2,3 miliardi e a favore delle rinnovabili ed efficienza energetica.

Previsto il ritorno di un Ecobonus edilizio da 4 miliardi per le categorie più deboli e nell’ambito dei Re Power c’è una scelta forte del governo con la riproposizione degli interventi di mettere in campo, sulla sostenibilità ambientale e  di energia elettrica del nostro paese. 

Nella proposta del governo ci sono anche Novecento milioni in più per gli asili nido e un fondo per la ricostruzione post alluvione nell’Emilia Romagna come sottolineato il ministro fitto che martedì riferirà alle camere.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati