TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

Omicidio Sofia Castelli  Zakaria Atquaui non accettava la separazione.

“Può essere Mia sorella, può essere qualsiasi ragazza,  farlo in un attimo così senza nemmeno litigarci e entrare di nascosto”  queste le parole di una ragazza intervistata.

Sofia  Castelli, studentessa di sociologia oggi avrebbe dovuto raggiungere i genitori e fratelli in Sardegna per le nozze d’oro dei nonni e invece ha trovato la morte per mano dell’ex ragazzo Zakaria Atquaui che non accettava la fine della loro relazione tormentata, durata tre anni.

Venerdì sera Sofia va in discoteca con un amica e pubblica i video sui social e la foto alle 5:58 del cielo all’alba davanti a casa, sono i suoi ultimi istanti di vita.

ZaKatia entra nell’appartamento lo conosce bene, ha una copia delle chiavi perché la famiglia di Sofia lo aveva accolto lì per più di un anno, quando i suoi genitori si erano trasferiti all’estero, mentre la ragazza dorme lui  l’aggredisce con un coltello, forse preso in cucina, l’amica che riposa accanto non si 

accorge di nulla. 

Dopo il delitto 23enne esce con i vestiti ancora sporchi di sangue e si costituisce. 

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

Italiane stellari in Europa League

Voi suonerete le vostre trombe noi suoneremo le nostre campane. Questo il motto di piercapponi che riecheggia nella testa degli italiani. Quarti di finale ad

Le voci di dentro

I sogni son desideri Il partitone del turno di andata di Champions dell’altra sera tra il Real Madrid ed il City, ha solleticato desideri immaginifici

Controluce

“Abbiamo dimostrato di non meritare la classifica che abbiamo. Avanti così per le prossime sette sfide verso l’Europa!”. Così recita il tweet postato dalla SSCN