TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

Il Napoli impone la legge del Maradona e stende il Sassuolo 2 – 0

Il Napoli vince La prima in casa contro il Sassuolo con un secco 2 a 0 appropriandosi immediatamente della testa della classifica.

Risultato a secco allo stadio Diego Armando Maradona degli uomini di Rudi Garcia contro il Sassuolo allenato da Mr. Dionisi.

Partenopei in campo con Meret tra i pali,  Di Lorenzo, Rrhmani, Juan Jesus e Mathias Oliveira, linea difensiva,  mediana composta da Anguissa,  Lobotka e Zielinski. Trio d’attacco con Matteo Politano sulla destra Giacomo Raspadori  a sinistra e Victor Oshimen al centro dell’attacco.

Risponde il Sassuolo con Consigli in porta, Toljsn,  Erlic, Ruan e Viña in difesa,  Matheus Enrique, Maxim Lopez e Boloca  mediana di centrocampo. In attacco Lauriete, Pinamonti e Bajrami. 

Arbitra Giuia.

Azzurri immediatamente padroni del campo con  Giacomo Raspadori che al secondo minuto su una bella azione colpisce un palo alla sinistra di Consigli. È solo un anticipo di quello che verrà il Napoli con una serie di azioni tambureggiamenti mette pressione alla squadra emiliana Costringendola alla difensiva.

La partita si sblocca al minuto 16 con una bella azione iniziata da Capitan di Lorenzo, migliore in campo,  che di tacco serve l’accorrente Matteo Politano, che viene falciato in area di rigore. l’arbitro che in un primo momento non assegna il calcio di rigore Alla supervisione del Var  concede la massima punizione per gli azzurri. Dal dischetto Victor Oshimen  spiazza il portiere siglando il gol dell’1 a 0 per i partenopei e la sua personale rete che lo porta già in testa alla classifica di cannonieri con 3 gol segnati in 2 partite 

Primo tempo senza storia che si conclude sul risultato di 1 a 0 solo perché il Napoli sembra non volere spingere il piede sull’acceleratore. Nel secondo tempo però la situazione precipita Maxim Lopez al 51º si fa espellere ingenuamente per una vivace protesta nei confronti dell’arbitro. Al minuto a 60 a seguito di un calcio d’angolo l’arbitro assegna il secondo calcio di rigore per il Napoli per un fallo di mano nell’area degli emiliani, questa volta dal dischetto del rigore calcia Giacomo Raspadori che però tira alto. Cambia poco perché dopo appena 4 minuti  Capitan Di Lorenzo splendidamente servito da un assist principesco di kvitcha Kvaratskelia appena subentrato, non perde l’occasione e realizza la rete del 2 a 0 definitivo con il quale il napoli chiuderà poi la gara.

Poca storia per il Sassuolo che in pratica non ha quasi mai calciato importa non riuscendo mai ad impensierire seriamente la retroguardia partenopea.

Gli azzurri di Rudi Garcia hanno manifestato sicurezza e soprattutto una buona forma fisica che li ha portati a predominare su tutte le prime palle.

Ben più impegnativo appare invece il prossimo incontro  con la lazio che seppur reduce da 2 sconfitte consecutive avrà voglia di rivincita e sicuramente si presenterà allo stadio Maradona speranzosa e belligerante Con il mister Sarri nelle vesti di ex che non vorrà sfigurare davanti ad un pubblico che lo ha tanto amato. 

Appuntamento dunque a sabato prossimo ore 20:45 stadio Diego Armando Maradona.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati