TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

L’Ungheria apre alla adesione di Ucraina e Moldavia in UE.

Cade il veto di Orban sull’adesione dell’ucraina e della Moldavia all’unione dei 27, ma non quello per inviare nuovi aiuti economici ad un paese in guerra “Bruxelles versi all’Ungheria i fondi che le spettano solo successivamente avrà i suoi” spiega Viktor Orban riferendosi ai fondi Recovery fund bloccati a causa delle violazioni dello stato di diritto da Bruxelles.

All’indomani dello storico vertice che ha aperto formalmente la strada ai negoziati per entrare nell’unione a Ucraine e Moldavia, spiegano che il bilancio approvato da 26 paesi con una sola astensione di Budapest garantirà ugualmente l’erogazione di fondi al governo Zelenski pari a 50 miliardi di euro entro la primavera.

Una soluzione storica giunta in extremis decisiva la mediazione di Schulz, Macron, Meloni oltre all’olandese Marke Rutte.

“Ci sentiamo davvero Sollevati un’enorme grazie a tutti voi, questo ci infonde nuovo coraggio” è stata la reazione del presidente ucraino che ha partecipato al vertice in video collegamenti.

L’ungheria difende i propri interessi, l’allargamento dell’unione potrebbe destabilizzare l’europa ,è stato invece il commento da mosca del portavoce del cremlino Dimitry Peskov, sulla guerra interviene anche il ministro degli esteri russo Sergey Lavrov durante una conferenza stampa.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati