TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

Guardie e ladri

Max Allegri, dopo la vittoria contro il Sassuolo, a una domanda sull’inseguimento all’Inter, ha usato una metafora ardita: “Se c’è una lepre davanti vuol dire che c’è un cacciatore che insegue. È un po’ come il gioco guardia e ladri, dove i ladri scappano e le guardie rincorrono”.
Se l’avesse detta qualcun altro sarebbe passata inosservata, ma detta dall’allenatore della Juventus nei confronti dell’Inter, un toscanaccio come Allegri…con la sua consueta ironia…ha scatenato il putiferio.
Ora che non c’è più Mourinho, esonerato dalla Roma, è rimasto forse solo il tecnico della Juventus a mettere un po’ di pepe nelle dichiarazioni.
Lo scontro diretto ci sarà il 4 febbraio, ma Juventus-Inter è già partita. Il duello scudetto è una realtà in campo, dove le prime due della classe si daranno battaglia tra allunghi e rincorse. Chi si diverte di più in questo giochino è Massimiliano Allegri, pronto a stuzzicare i rivali da inizio stagione quando pure rifiutava il ruolo di candidato al tricolore.
A prendere la battuta di Max con il sorriso sono i tifosi della Juve che commentano: “La battuta è geniale. Allegri e la Juventus hanno sempre tenuto i toni bassi, anche troppo. Ma questa è una svolta, è un messaggio ai naviganti perché questo scudetto si giocherà anche fuori con battutine maliziose, ammiccamenti e frecciatine “, oppure: “Ogni tanto ridete delle battute uscite bene. Se c’è una persona che non avvelena il calcio in Italia è proprio Massimiliano”.
Dall’altra parte della barricata c’è chi scrive: “Questo è colui che dà all’Inter dei ladri, l’allenatore della squadra che è la massima espressione dell’antisportività, la sublimazione del sotterfugio, che conosce meglio le aule dei tribunali dei campi di calcio” e poi: “Non capisco il clamore attorno alla sparata di Max. Dopo 8 anni di Juve, di cui almeno 2 passati a scappare da ogni forma di giustizia, conosce benissimo il gioco guardia e ladri” e infine: “abbiamo un gigantesco problema di cultura sportiva, che non si può derubricare, non stavolta, a semplice boutade. Non è umorismo, è una volgarità. Senza scuse”.
La guerra dei nervi del derby d’Italia è appena cominciata…

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati