TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

Harry Houdini – l’uomo che sapeva liberarsi dalle catene

Nasceva il 24 marzo 1874 a Budapest Ehrich Weisz, noto poi al mondo con il nome di Harry Houdini il più grande illusionista ed escapologo del pianeta.

Iniziò giovanissimo la sua precoce carriera cimentandosi nel mondo della  prestidigitazione, essendo già dotato di una buona tecnica, che lo porto ad autoproclamarsi  il re delle carte.  Ma non era questo il suo futuro.

Le sue doti innate di escapologo infatti, lo resero particolarmente abile liberarsi da qualsiasi catena o lucchetto, fu così che cominciò a cimentarsi in alcuni spettacoli in teatro quando fu notato da Martin Beck noto impresario dell’epoca, che ammirato dalle doti del giovane, lo inserì In una serie di spettacoli teatrali che si tennero in tutti gli stati uniti e in Europa. 

Fu così che forte della presa che ha sempre esercitato la magia su uomini e bambini, divenne noto al grande pubblico salendo agli onori della ribalta. Al ritorno della fortunata tournée infatti era stella di prima grandezza, grazie soprattutto al suo spettacolo più famoso, quello in cui, immerso completamente in una cassa di vetro trasparente piena d’acqua, a testa in giù, si liberava da corde, manette e catene.

La liberazione delle catene e dalle costrizioni in genere, rappresenta idealmente un desiderio ancestrale dell’uomo, fu forse anche per questo probabilmente, in uno alla spettacolarità e pericolosità delle esibizioni, che Harry Houdini raccolse un successo planetario!

Da quel momento si aprirono le porte della notorietà che portarono Houdini ad esplorare anche altri campi. Negli anni ’20 circa si dedicò a smascherare truffatori e  imbroglioni,  attraverso una serie di indagini portate avanti insieme con un giornalista ed un poliziotto, un canovaccio questo peraltro abbastanza simile alle indagini portate dal personaggio letterario Sherlock Holmes, grazie ai  quali smascherò numerosi venditori di fumo,  attività questa che gli costo  però proprio le ire  di Sir Conan Doyle il padre di Sherlock Holmes, fervente credente nello spiritismo.

Un altra passione di Houdini, sebbene meno nota, fu quella per l’aviazione. Nel 1909 infatti acquisto un biplano con l’obiettivo di essere il  primo uomo della storia a sorvolare l’Australia, cosa che in effetti riuscì a realizzare. Successivamente dichiarò  di volere intraprendere anche la traversata l’atlantico in aereo senza fare scalo, ma  questo progetto però non andò a buon fine e fu invece realizzato da Charles Linderberg nel 1927.

Fu molto attivo anche nel campo del cinema di cui si ricordano  le pellicole, Scherzo tragico di Iriwin Willat  del 1919,  The Master Mistery di Grossma e King e  l’isola del terrore di James Cruze del 1920, the Man from Beyond ancora con King del 1922 e  The Haldane of the Secrets Service, di cui curò personalmente la regia nel 1923. Fu peraltro il consulente tecnico di un serial The Mistery of Myra, nonché sceneggiatore e produttore.

Si spense a Detroit il trentuno ottobre  1926 così come solo in quella data avrebbe potuto essere, nella notte di halloween all’età di soli 52 anni a seguito di una peritonite, attribuita dalle masse da un colpo subito all’addome da uno studente della Mcgill University di Montreal il quale dopo uno spettacolo si recò nel suo camerino, volendo mettere alla prova i leggendari muscoli addominali colpendolo con dei pugni, attività che generalmente lui consentiva, ma che fu però eseguita in quell’occasione, senza che  potesse prepararsi.

I funerali si tennero il 4 novembre a New York davanti una folla oceanica di oltre 3000 persone.

Del grande illusionista, ogni anno in tutto il mondo si celebra l’anniversario della sua morte, il più famoso dei quali quello dell’ American Magicians Society che da allora tiene ogni anno per la ricorrenza, una cerimonia in sua memoria, con una seduta spiritica per cercare di evocare lo spirito dell’illusionista che prima di trapassare disse “se  è veramente possibile a qualcuno tornare dall’altra,  Harry Houdini lo farà”

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

Euro 2024 la Spagna vince la coppa

Finale Europei Germania 2024 Spagna e Inghilterra si contendono l’ambito trofeo che incoronerà gli iberici la squadra più forte d’Europa. La coreografia è quella delle

Napoli: Hermoso è stanco di aspettare

Lo spagnolo vorrebbe trasferirsi subito a Napoli Mario Hermoso, difensore ex Atletico Madrid, è intenzionato a vestire la maglia del Napoli che per ora, come riferito da Tuttosport,