TECNICA | SCIENZA | ARTE

Organo di informazione dei Periti Assicurativi

SIPA: a Nola per la sicurezza stradale

Lo scorso mercoledì, 20/03/2024, il SIPA (Sindacato Italiano Periti Assicurativi) grazie al patrocinio e al consenso del consiglio comunale di Nola ha avuto la possibilità di allestire uno stand, nei pressi del comune della città bruniana, per sensibilizzare i cittadini riguardo la sicurezza stradale.

In relazione a questo argomento sono intervenuti anche il Presidente del consiglio comunale, Francesco Pizzella (qui l’intervista), e il Consigliere Segretario dell’Ordine degli ingegneri di Napoli, Ada Minieri (qui l’intervista).

La giornata è stata baciata dal sole ed ha visto una cospicua partecipazione di giovani e giovanissimi, che erano presenti con le rispettive classi insieme agli adulti che hanno partecipato volentieri alla raccolta firme per rendere l’insegnamento della sicurezza stradale obbligatorio nelle scuole di ogni ordine e grado.

Quella di Nola per il SIPA è stata la terza apparizione dopo Napoli, a piazza Plebiscito, e Pollena Trocchia, al castello Santa Caterina, ed ha di nuovo riscontrato un grande successo e la rinnovata soddisfazione del Segretario Nazionale del SIPA, Luigi Giugliano.

Ora il progetto continuerà anche in altri comuni dove è prevista una partecipazione anche dei direttori didattici nell’intento di sensibilizzare ancora di più i ragazzi.

Il SIPA a Nola

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Ultime news

Articoli correlati

Italiane stellari in Europa League

Voi suonerete le vostre trombe noi suoneremo le nostre campane. Questo il motto di piercapponi che riecheggia nella testa degli italiani. Quarti di finale ad

Le voci di dentro

I sogni son desideri Il partitone del turno di andata di Champions dell’altra sera tra il Real Madrid ed il City, ha solleticato desideri immaginifici

Controluce

“Abbiamo dimostrato di non meritare la classifica che abbiamo. Avanti così per le prossime sette sfide verso l’Europa!”. Così recita il tweet postato dalla SSCN